Header Image

La Canonizzazione

Che cosa rese Giovanna Jugan una Santa?

Giovanna Jugan non è stata canonizzata perché fondò una Congregazione religiosa, perché il suo operato si diffuse nel mondo intero, o ancora perché oggi gli anziani si identifichino in un’amica, bensì, fu fatta Santa perché praticò la virtù eroica.

Giovanna è una eroina di virtù a cominciare dalle virtù teologiche di fede, speranza e carità. Gli eroi sono persone a cui noi guardiamo con ammirazione, volendo essere simili a loro.

LA FEDE rese Giovanna in grado di vedere Dio negli anziani, mediante LA SPERANZA seppe che Dio non avrebbe abbandonato i poveri ed attraverso L’AMORE diede tutto ciò che aveva ai poveri, ad imitazione di Gesù che diede la propria vita per amor nostro.

L’umiltà fu la corona di  Giovanna Jugan. Ella dimostrò grande umiltà nell’identificarsi con i dimenticati, caricando sulle sue spalle il loro fardello e mendicando al loro posto.

Ella fu eroica nell’essere lontana dalla gloria e nel mettersi in disparte giacché l’essenza della sua personalità era proprio l’umiltà. Questo fu il segreto della sua santità.

Il Processo Di Canonizzazione
Il 29 agosto del 1879 Jeanne Jugan morì presso la Casa Madre in totale oscurità e fu nel 1890 che la Madre Generale Augustine  incaricò il cappellano della Casa Madre di fare delle ricerche negli archivi della Congregazione, con la finalità di “scoprire e rivelare la verità su Jeanne Jugan”.

Nel 1902 ci fu la pubblicazione della storia delle Piccole Sorelle dei Poveri.

La verità sugli inizi della Congregazione venne alla luce e Jeanne Jugan riconosciuta come la sua fondatrice.

Nel 1910 venne chiesto alle Piccole Sorelle della Casa Madre, che avevano conosciuto l’operato di Jeanne Jugan, di fornire testimonianze su di lei.

Nel 1935 ebbe inizio l’investigazione diocesana riguardante “ la reputazione di santità di Jeanne Jugan” e già negli anni 30, venne richiesto, dalla Madre Generale della Congregazione, a tutte le Piccole Sorelle, sparse per il mondo e che avessero avuto contatti con Jeanne Jugan, di fornire testimonianze e ricordi su di lei.

Il 10 luglio 1970 venne inviata a Roma la causa per la sua beatificazione.

Dal 1970 al 1976 vennero fatti studi, sulla vita della nostra fondatrice, dalla Congregazione per le cause dei Santi; preparazione della ‘ Positio ‘, presentazione ufficiale della sua vita e delle sue virtù.

Nel 1979 il centenario della morte di Jeanne Jugan fu celebrato in tutta la Congregazione. Il 13 luglio, Papa Giovanni Paolo II proclamò “ l’eroicità delle sue virtù” e Jeanne Jugan venne dichiarata “ Venerabile “.

Il 1982 venne riconosciuto il miracolo necessario alla beatificazione della nostra Madre. Questo avvenne in seguito alla guarigione improvvisa e non spiegabile, dal punto di vista medico, del signor Antonio Schlatter, un residente della nostra Casa a Tolone. Il decreto che riconobbe il miracolo, fu firmato l’ 11 maggio.

Il 3 ottobre, Jeanne Jugan fu beatificata da Papa Giovanni Paolo II, nella Basilica di San Pietro, a Roma.

Nel 2002 , ai primi di marzo, La Madre Superiora della nostra Casa a Kansas City, in Missouri, (Stati Uniti) venne contattata dalla Signora Jeanne Gatz di Omaha, nel Nebraska, che la informò che suo marito era guarito dal cancro grazie alla intercessione di Giovanna Jugan , nel 1989.

Si iniziò ad investigare su questa guarigione.

Nel 2005, alla fine di settembre, si tenne un Tribunale Diocesano ad Omaha, in Nebraska, per raccogliere prove sulla guarigione del Dottor Edward Gatz.

Nel 2008, il 6 dicembre, Papa Benedetto firmò il decreto che approvava la guarigione miracolosa del Dottor Edward Gatz, mediante l’intercessione della Beata Jeanne Jugan, aprendo la strada alla sua canonizzazione.

Clicca qui per leggere di più sulla cura del Dr. Edward Gatz

Clicca qui per l’intervista con Dr. e Mrs. Gatz

Nel 2009 Il il Concistoro Vaticano annunciò la data della Canonizzazione che si tenne il 21 febbraio. L’11 ottobre 2009, Giovanna  venne canonizzata unitamente al Beato Damien di Molokai e ad altri tre Beati.

Clicca qui per leggere l’omelia di canonizzazione di Papa Benedetto.

Top